<<< indietro Prima di me prossimo video >>>
PRIMA DI ME

Prima di me c’era un disegno
Su carta come quelli con le matite
Un tepore di ingenuità e un foglio da finire
Un pudore bianco da intingere
E prima di me c’ero io
Una borsa di tela e un taccuino
Scarpe da tennis e i muscoli per un viaggio.

Prima di me c’era un’idea
Semplice come il fluire del fiume
Lento come quando passa in pianura
Formale come il dovere delle cerimonie
E prima di me c’ero io
Capelli lunghi e voglia di tutto
Parole imparate a memoria e voglia di dire.

Prima di me c’era un sogno
Di quelli che si copiano dai film
Distratto e annoiato che non era da vivere
Di quelli che si affittano e non si restituiscono
E prima di me c’ero io
Incauta insonnia e musica nelle orecchie
Occhi chiusi e un pensiero da riempire.

Prima di me c’era un amore
Due lettere scritte sul muro di una periferia
Un cuore di vernice e una freccia obliqua
Rosso come un colore istintivo
E Prima di me c’ero io
Un nome e l’avrei dovuto unire ad un altro
Una lettera e altre vocali e altre consonanti.